Logo roma3

Dipartimento di Scienze

Fisica delle superfici e Interfacce

Responsabile Ruocco Alessandro
Personale afferente Stefani Giovanni, Verna Adriano, Di Filippo Gianluca, Offi Francesco
Collaborazioni Dr. S. Iacobucci - ISM (CNR), IOM (CNR), Rutgers University NJ-USA, Technische Universitate Wien, Max Plank Institute fur Mikrostrukturphysik - Halle, Dipartimento di Fisica Milano Bicocca, Dipartimento di Fisica Roma La Sapienza, Dipartimento di Fiisca Roma Tor Vergata
Pubblicazioni Scarica file
View

All’inizio del XX secolo descrivere le proprietà delle superfici di un solido era un compito talmente arduo che anche un fisico della levatura di Pauli sosteneva che: “Le superfici sono state inventate dal diavolo”. Al giorno d’oggi le “diaboliche” proprietà di una superficie, che derivano essenzialmente dalla rottura della simmetria del solido tridimensionale, sono sostanzialmente comprese e controllate, i concetti base della fisica delle superfici trovano applicazione in molte e diverse tecnologie dalla catalisi eterogenea, alla microelettronica, alla corrosione, alla tribologia, alla adesione. Attualmente la sfida culturale della fisica delle superfici si è spostata verso la comprensione dei fenomeni che avvengono all’interfaccia tra due materiali diversi e verso la comprensione dei sistemi a bassa dimensionalità come film sottili e più in generale nella comprensione delle interazioni che un solido ha, mediate dalla sua superficie, con il “resto del mondo” (liquidi, vapori, solidi).
Il gruppo di Fisica delle Superfici di Roma Tre svolge attività sperimentale nei seguenti campi:
- Interfaccia molecola organica substrato inorganico
- Sistemi altamente correlati e a bassa dimensionalità: ad esempio film sottili magnetici
Le spettroscopie elettroniche di coincidenza vengono usate congiuntamente a quelle tradizionali ed ai metodi della diffrazione di fotoni ed elettroni per determinare le proprietà elettroniche e strutturali delle superfici avendo in mente che tali proprietà sono ben correlate tra di loro e che solo uno studio congiunto permette di comprendere appieno il sistema in esame. La ricerca è svolta presso il laboratorio LASEC (LAboratorio Spettroscopie Elettroniche e di Correlazione) all’interno del Dipartimento di Fisica dell’Università Roma Tre e presso sorgenti di Luce di Sincrotrone in Italia (Elettra- Trieste) ed in Europa (Bessy-Berlino, ESRF-Grenoble).

Progetti
Titolo Tipo Periodo Stato Referente Collaboratori
SIMDALEE2 ITN 2015-2018 attivo Stefani G.
NewLi PRIN 2015 2017-2020 attivo Stefani G.
Studenti
Anno Titolo Nome Tipo Relatore
2019 Daniele Paoloni dottorato A. Ruocco
2013 Gianmarco Pierantozzi dottorato A. Ruocco
2014 Valerio Serpente dottorato A. Ruocco e S. Iacobucci
2015 SIMDALEE2 Alessandra Bellissimo dottorato G. Stefani