Logo roma3

Dipartimento di Scienze

Prof. Bologna Marco Alberto

Sezione: Scienze molecolari, cellulari, ambientali ed evoluzionistiche
Ruolo: Professore Ordinario
SSD: BIO/05
SC: 05/B1
Incarichi istituzionali: Direttore di Dipartimento, Membro della commissione Orientamento
Corsi: Biologia della conservazione
Zoologia
Email: marcoalberto.bologna@uniroma3.it
Telefono: 0657336327
Cellulare: 87676
Fax: 06 57336321
Indirizzo: Viale Marconi 446
2004 09 06 04.34.04

Curriculum

Biografia

Nato a Torino, l’8 Aprile 1954. Trasferito a Roma nel 1956. Servizio militare nel 1975-1976. Sposato dal 1985, una figlia.

 

Studi

Liceo Classico “L: Manara”, Roma; maturità nell’agosto 1973 (54/60).

Laurea in Scienze Biologiche nel dicembre 1978 (110/110 e lode) con tesi sperimentale sulla “Fauna cavernicola delle Alpi Liguri”

Lingue: Italiano, madre lingua; Inglese e Francese, buon livello parlato e scritto; Spagnolo, buona comprensione nel parlato e nella lettura; tedesco, conoscenza basale nella lettura scientifica specialistica.

 

Carriera, Premi e Riconoscimenti

1979-1983, Direttivo Zoologo del Ministero dei Beni Culturali e Ambientali, Roma

1983-1992, Ricercatore di Zoologia, Università de L'Aquila;

1992-1994 Professore Associato di Zoologia e Incaricato di Ecologia Applicata, Università della Tuscia

1994-2001 Professore Associato di Zoologia e Incaricato di Ecologia Animale l'Università Roma Tre

2001-oggi, Professore Ordinario di Zoologia ed Incaricato di Ecologia Animale ed altri corsi del SSD BIO/05, Università Roma Tre

1979: Borsa di Studio presso l’Istituto di Zoologia, Università Roma Sapienza, per la didattica zoologica ed il mezzo radiotelevisivo.

1990: Premio nazional di Zoogeografia “A. Garbini”.

1990, 1992, 1995: Nomina ad “Associate in Research”, University of California, Riverside, Dept. Entomology.

1995: Grant del “Center for Systematic Entomology, Florida, USA” per ricerche sistematiche.

 

Posizioni Accademiche universitarie ed extra-universitarie

2009-2012: Direttore del Dipartimento di Biologia Ambientale, Università Roma Tre.

2008-present: Coordinatore del Corso di Dottorato in “Biodiversità ed analisi degli ecosistemi ” (Scuola Dottorale in Biologia, in esaurimento), Università Roma Tre

1996-presente: membro di numerose commissioni e collegi dell’Ateneo, della facoltà di Scienze MMFFNN e del Dipartimento

1992-2000 Membro della “Commissione Fauna” dell’Unione Zoologica Italiana”

1995-1997 membro del Gruppo di lavoro per il "Piano Nazionale della Biodiversità”

1996 Membro del Secretariat del XXth International Congress of Entomology e Convenor della Sezione "Special Environments Entomology" (Firenze).

1996-1997 Membro del Comitato Scientifico per i Parchi della Provincia di Viterbo

1996-2001 Member of the Consiglio Direttivo del Parco Nazionale della Majella

1996-2001 Membro della Commissione Ambiente del Comune di Roma

1999-2007 Membro del Consiglio Scientifico dei Parchi Regionali di "Roma Natura"

2000-presente Membro (Segretario 2000-2012) del “Comitato Scientifico per la Fauna d’Italia”

2001-presente Membro Ordinario dell’Accademia nazionale Italiana di Entomologia

 

Attività editoriale e di revisore

Editore di due volumi della collana “Fauna d’Italia”.

Referee di riviste internazionali e nazionali: Journal of Biogeography; Molecular Phylogenetic and Evolution; Journal of Molecular Evolution; Insect Systematics & Evolution; Amphibia-Reptilia; Biological Journal of Linnean Society; European Journal of Entomology; African Entomology; Entomologica Fennica; Florida Entomologist; Italian Journal of Zoology; Tropical Zoology; Coleopterist Bulletin; Miscellania Zoologica; Elytron; Zootaxa; Neotropical Entomology; Fragmenta Entomologica; Bollettino del Museo regionale di Scienze naturali di Torino; Bollettino del Museo regionale di Scienze naturali di Verona; Bollettino della Società entomologica italiana; Bollettino dell’Associazione romana di Entomologia.


Partecipazione a Società e congressi

1968-presente: Associazione romana di Entomologia (1976-1980, 2010-presente, Membro del Consiglio Direttivo); 1981- 2005, Member of the Editorial Board)

1970-1974: Unione erpetologica italiana (Membro del Consiglio Direttivo)

1970- 2005: Gruppo speleologico imperiese CAI

1970- presente : Società entomologica italiana (2010-present, membro del Consiglio Direttivo)

1980-presente: Società italiana di Biogeografia (2009-presente, membro del Consiglio Direttivo)

1981-2000: Associazione Teriologica romana/italiana (membro fondatore)

1982-presente:Unione Zoologica Italiana (1992-2001: Membro della Commissione  “Fauna”)

1984-1990: Gruppo speleologico aquilano

1985-1993: Societé royale d’Entomologie du Belgique

1990-2000: Asociacion europea de Coleopterologia

1992-presente: Societas Herpetologica Italica (membro fondatore 1992-2000: Member of the Council; 2004-2012, Vice Presidente)

 

Ha partecipato a numerosi congressi nazionali ed internazionali, soprattutto delle seguenti società scientifiche: Unione Zoologica Italiana; Società Entomologica Italiana; Società Italiana di Biogeografia; Societas Herpetologica Italica. E’ stato membro del Comitato Organizzatore del XV Congresso Italiano di Entomologia (Secretario), e del  XX International Congress of Entomology(Membro del Secretariat)

 

Attività scientifica

Autore di oltre 350 prodotti scientifici, di cui oltre 150 articoli in extenso su riviste di carattere internazionale (indicizzate web of Science), alcune monografie e libri.

a) Sistematica, tassonomia, faunistica e Biologia di Coleoptera Tenebrionoidea, in particolare delle famiglie Meloidae, Oedemeridae, Lagriidae, Ripiphoridae. Sulla prima ha pubblicato numerosi lavori di tassonomia, faunistica, morfologia larvale, biogeografia , le chiavi ed il catalogo dei generi di tutto il mondo una monografia, revisioni filogenetiche su base morfo-ecologica.

b) Biogeografia delle aree mediterranee del mondo con particolare attenzione a quelle del mediterraneo e del Sud Africa. Ha pubblicato alcuni lavori su coleotteri e fauna cavernicola inclusa una monografia sulle alpi sud-occidentali. Una particolare attenzione è stata data allo studio di corotipi generalizzati e del processo di foresia nella dispersione.

c) Herpetology, con particolare interesse verso aspetti di competizione interspecifica, nichcia trofica e riproduttiva di specie mediterranee, filogeografia, specie e comunità minacciate.

d) Comunità di insetti fitofagi di ambienti mediterranei primari e secondari, in particolare dunali, di boschi termofili e pascoli mediterranei montani.  

e) Biologia della conservazione, con speciale attenzione a vertebrati terrestri e di acqua dolce, alle strategie di monitoraggio e di conservazione. Su questo argomento, oltre a vari contributi ha coordinato un volume monografico.